NOTA: il sito utilizza cookie e tecnologie simili. Se non si cambiano le impostazioni dl browser si ritengono accettate. 

Società Scientifiche

Newsletter

Iscriviti alla newsletter del DEA-CENTER per rimanere aggiornato su tutte le novità e le offerte.
L'iscrizione è gratuita e può essere cancellata in qualsiasi momento.

Login

Per accedere alle aree riservate o inviare commenti devi effettuare il login

Tossina botulinica

Il BOTOX è commercializzato in Italia per finalita’ estetiche con il nome di VISTABEX, AZZALURE E BOCUTURE, E’ una tossina botulinica purificata, prodotta in laboratorio e pertanto altamente sicura, che viene utilizzata in medicina da oltre 20 anni. I primi impieghi della tossina in medicina riguardarono il trattamento del torcicollo congenito dei bambini e dello strabismo. Da allora l’evoluzione della ricerca ha esteso enormemente i campi di applicazione fino all’estetica, dove viene ormai comunemente utilizzata per ottenere risultati spesso non raggiungibili con altre metodiche più invasive. Il meccanismo su cui si basa è quello di agire sulla “placca neuromuscolare” una struttura che partecipa alla contrazione muscolare. L’azione della tossina è solo temporanea e pertanto i suoi effetti “clinici” sono integralmente reversibili. Questo non significa però che allo scadere inesorabile dell’azione le rughe torneranno come prima o “peggio” di prima! Anzi! La riduzione temporanea e selettiva dell’azione di alcuni muscoli responsabili delle classiche rughe di espressione consente ovviamente di rallentare il processo di invecchiamento con un miglioramento dell’aspetto delle rughe al termine dell’effetto. Tale miglioramento sarà di gran lunga superiore se nel periodo di temporanea inattivita’ muscolare saranno state eseguite cure idratanti o ristrutturanti a base di infiltrazioni di acido Jaluronico (come ad esempio il Vital) di laser.

Non esiste un’età per iniziare il trattamento, ma è evidente che la prevenzione è massimamente ottenibile in soggetti giovani (30-35 aa), soggetti che possono ottenere i risultati maggiori con minime inoculazioni, favorendo in tal modo un rallentamento nella comparsa dei segni del tempo.

Virtualmente tutte le rughe di espressione del volto potrebbero essere trattate; in realtà solo alcuni distretti risultano essere sicuri a causa delle strette interazioni fra muscoli diversi in alcune aree, come ad esempio la zona zigomatica. Pertanto le attuali indicazioni sicure per il trattamento a base di tossina botulinica sono:

dr-francesca-de-angelis

Dr. Mauricio de Maio e dr. de Angelis ( 2004: Corso Avanzato sulle tecniche di Infiltrazione della Tossina Botulinica)

• Rughe orizzontali della fronte

• Rughe verticali tra le sopracciglia (rughe glabellari)

• Rughe orizzontali sul dorso del naso

• Rughe laterali del naso (rughe del “coniglio”)

• Rughe del contorno degli occhi (zampe di gallina) fatta eccezione, se non in rarissimi casi, delle rughe al di sotto della palpebra inferiore

Rughe del collo (bande platismatiche)

• Effetto “LIFTING” (tecnica effettuata solo dai chirurghi esperti,

• praticamente sulle rughe di tutto il volto come suggerito dal dr. Mauricio de Maio: http://www.mauriciodemaio.com.br/mauricio.htm

In tutti questi casi il risultato sarà buono o eccellente se si tratterà di vere e proprie rughe (se distese stirando la pelle spariscono); nel caso invece di solchi e spesso vere e proprie “cicatrici” si otterrà solo un miglioramento dell’area trattata senza una scomparsa totale del “segno” sulla pelle. (Si dovrà allora integrare il trattamento a base di tossina botulinica con altre metodiche, dal filler al trattamento con laser frazionato 1540.)

IL TRATTAMENTO viene eseguito ambulatorialmente. Si tratta di piccole punture che vengono effettuate in corrispondenza dei muscoli interessati.

Il trattamento non è doloroso e non richiede anestesia. Immediatamente dopo aver eseguito la seduta si può riprendere la propria attività.

LE POCHE REGOLE DA SEGUIRE NEL POST TRATTAMENTO riguardano esclusivamente il rischio di causare una diffusione anomala della tossina nelle poche ore successive all’infiltrazione. Pertanto si consiglia di:

• Non massaggiare l’area trattata per 4-6 ore

• Non distendersi per 4-6 ore o andare dal parrucchiere

• Non effettuare lampade, pulizie del viso, cerette o trattamenti di qualsiasi natura al volto per 4-6 ore, fino a 7/14.

• Poiché possono comparire piccoli lividi (ecchimosi) nell’area trattata, si suggerisce di non effettuare lampade abbronzanti, di non esporsi al sole e di utilizzare uno schermo solare totale anche in inverno per le 2 settimane successive al trattamento, per scongiurare, in soggetti predisposti, la comparsa di macchie (discromie) al viso.

I RISULTATI cominciano ad essere evidenti solo a partire da 4-5 giorni dopo la prima seduta. Il picco si raggiunge dopo 15 giorni, momento in cui è possibile effettuare un piccolo ritocco, per aumentare un risultato poco evidente o per attenuare un effetto troppo marcato. Passati i 15 giorni il risultato rimane stabile per un periodo minimo di 4 mesi. Già alla seconda seduta è possibile notare un aumento della durata dell’effetto (6 mesi) che in alcuni soggetti può arrivare fino ad 1 anno. La norma però vuole che il risultato duri mediamente 4-6 mesi; durate superiori od inferiori non dipendono né dalla molecola utilizzata né dalla tecnica utilizzata o dal dosaggio, ma sono da correlarsi alle caratteristiche soggettive dei muscoli trattati.

GLI EFFETTI COLLATERALI sono un evento molto raro, e sono comunque sempre totalmente reversibili. E’ possibile una diffusione anomala della tossina verso gruppi muscolari che non si desidera bloccare (ciò accade piu di frequente in pazienti operati in precedenza di blefaroplastica (palpebre), o che hanno effettuato un lifting, o in pazienti che richiedono il trattamento subito dopo un intervento al volto) ciò comporta un fenomeno noto come diplopia (visione sdoppiata) che ha una durata variabile da 4 fino a 15 giorni, o un abbassamento parziale di una od entrambe le palpebre. Anche in questo caso è possibile che l’evento sparisca in 15-30 giorni, ed i fastidi possono essere attenuati con un collirio (apraclonidina cloridrato- iopidine® ) in grado di annullare temporaneamente gli effetti della tossina.

In rarissimi casi sono possibili delle reazioni allergiche (generalmente causate dagli eccipienti) pertanto devono essere esclusi tutti i pazienti con accertata allergia a preparati vaccinali prodotti con metodologie analoghe, pazienti allergici all’albumina e pazienti con patologie quali: MIASTENIA GRAVE, SINDROME DI EATON –LAMBERT, SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA, PAZIENTI CON PRESUNTA O ACCERTATA GRAVIDANZA, PAZIENTI CHE ALLATTINO.

Prima di effettuare il trattamento, inoltre, il medico deve essere informato nel caso:

- Si stiano assumendo farmaci (in special modo antibiotici aminoglucosidici o spectinomicina, o farmaci miorilassanti come la tubocurarina) che possono alterare la risposta al trattamento.

- Si soffra nelle aree da trattare di infezioni ricorrenti (es. Herpes Simplex) o vi sia una infezione in atto.

- Si preveda un intervento chirurgico a breve distanza dalla seduta.

In caso di ulteriori domande o dubbi è possibile contattare direttamente la dottoressa Francesca de Angelis.

Devi effettuare il login per inviare commenti