NOTA: il sito utilizza cookie e tecnologie simili. Se non si cambiano le impostazioni dl browser si ritengono accettate. 

Alcuni esempi

Clicca per ingrandire

01-tattoo-t

02-tattoo-t

03-tattoo-t

04-tattoo-t

Società Scientifiche

Newsletter

Iscriviti alla newsletter del DEA-CENTER per rimanere aggiornato su tutte le novità e le offerte.
L'iscrizione è gratuita e può essere cancellata in qualsiasi momento.

Login

Per accedere alle aree riservate o inviare commenti devi effettuare il login

Rimozione tatuaggi

RIMOZIONE TATUAGGI E MACCHIE CON LASER Q-S

Esistono divese tipologie di tatuaggio, ed in funzione del colore, tipo, eta’ del tattoo la rimozione e’ piu’ o meno facile e/o sicura.

I tatuaggi sono costituiti da piccole gocce di colore situate a vari livelli della pelle. Il laser ha lo scopo, durante ogni seduta, di “frammentare” il colore in goccioline sempre piu’ piccole, fino ad ottenere una dimensione sufficiente affinche’ le cellule “spazzino” della pelle, I macrofagi, siano capaci di rimuoverle definitivamente.

I laser Q-SWITCH di ultima generazione (fra cui appunto il laser Q-S della PALOMAR) consentono di colpire queste goccioline di colore con una elevatissima selettivita’ lasciando la cute circostante illesa, e senza provocare reazioni di intensa infiammazione.

Questo e’ il motivo per cui il laser Q-S e’ anche il piu’ indicato nel trattamento di macchie solari superficiali o dermiche, o di alterazioni melanocitiche come il nevo di Ota.

Il laser presente in studio, grazie all’elevata tecnologia, NON PUO’ IN NESSUN MODO CAUSARE UNA CICATRICE DURANTE IL PROCESSO DI RIMOZIONE DI MACCHIE O TATUAGGI.

Possono residuare cicatrici dopo I trattamenti laser solo in due casi:

  • 1.Se il tatuatore, con l’intento di rendere “perenne ed intenso” il tatuaggio, si e’ spinto ad un livello troppo profondo della pelle. In questo caso puo’ aver determinato lui stesso una cicatrice, gia’ evidente sfiorando il tatuaggio, che sembrera’ “rilevato” rispetto alla pelle circostante. Se si procede con le sedute, in questo caso, dopo la rimozione del colore, residuera’ una cicatrice che riproduce il disegno, questo non per colpa del laser ma a causa dell’errore nella tecnica della tatuatura. IN QUESTI CASI LO SPECIALISTA SUGGERIRA’ DI NON PROCEDERE CON LE SEDUTE, MA DI SCEGLIERE, OVE POSSIBILE UNA TECNICA DIVERSA, AD ESEMPIO CHIRURGICA, PER LA RIMOZIONE.
  • 2.Dopo ogni seduta lo specialista prescrivera’ una crema antibiotica e suggerira’ di tenere coperta la zona trattata evitando abrasioni di ogni tipo, per tutto il tempo necessario alla caduta delle eventuali crosticine. La poca cura della zona trattata potra’ causare infezioni od escoriazioni a profondita’ diverse cui potranno residuare cicatrici. La rimozione infatti richiede cura e pazienza.

NON TUTTI I COLORI POSSONO ESSERE RIMOSSI CON SUCCESSO.

I colori che rispondono meglio e piu’ velocemente sono il blu, il nero, il rosso e colori ottenuti miscelando questi colori. Tutti I colori pastello (es. il rosa, il giallo, l’azzurro) od il bianco non possono essere rimossi. Quindi se in un tatuaggio sono contemporaneamente presenti piu’ colori, al termine delle sedute di rimozione gli unici colori ancora presenti saranno quelli pastello.

IL NUMERO DELLE SEDUTE VARIA IN FUNZIONE DEL TIPO DI TATUAGGIO, DALLA DENSITA’ DEL COLORE DALL’ETA’ DEL TATUAGGIO E DALLA SEDE.

I tatuaggi “estetici” al viso, quando effettuati con I colori sopracitati come il rosso od il nero (che possono appunto essere rimossi con facilita’ da questo laser) richiedono 2/3 sedute.

I tatuaggi piu’ giovani, intensi ed estesi possono richiedere anche 10/12 sedute, poiche’ le “gocce” di colore saranno piu’ grandi e piu’ estese rispetto ad un tatuaggio di vecchia data, spesso sbiadito, perche’ il corpo ha gia’ iniziato a rimuoverne una parte.

In media il numero delle sedute varia fra 6 e 10 con un intervallo medio fra le sedute di 40 giorni.

IL TRATTAMENTO DI RIMOZIONE E’ PIUTTOSTO DOLOROSO.

Anche se dipende ovviamente dalla sede da trattare, il dolore e’, a detta dei pazienti, almeno uguale a quello provato durante la tatuatura.

I COSTI VARIANO IN FUNZIONE DELLA DENSITA’ E DELL’ESTENSIONE DEL COLORE.

Di norma da un minimo di 50 fino ad un Massimo di 500 euro a seduta.

Durante la prima visita viene effettuato un test, gratuito, per valutare sia la risposta del tatuaggio sia la tolleranza del paziente alla rimozione, e permettere cosi’ un preventivo.

DOPO OGNI SEDUTA E’ INDISPENSABILE ASTENERSI DALL’ESPOSIZIONE SOLARE PER ALMENO TRE MESI. ED E’ CONSIGLIABILE INIZIARE IL CICLO DELLE SEDUTE SU PELLE NON ABBRONZATA.

Devi effettuare il login per inviare commenti