NOTA: il sito utilizza cookie e tecnologie simili. Se non si cambiano le impostazioni dl browser si ritengono accettate. 

Alcuni esempi

Clicca per ingrandire

01-rinoplastica-t

02-rinoplastica-t

Società Scientifiche

Newsletter

Iscriviti alla newsletter del DEA-CENTER per rimanere aggiornato su tutte le novità e le offerte.
L'iscrizione è gratuita e può essere cancellata in qualsiasi momento.

Login

Per accedere alle aree riservate o inviare commenti devi effettuare il login

Rinoplastica

La rinoplastica e’ l’intervento che consente di modificare la forma del naso.

Si distingue la rinoplastica dalla rino-SETTO-plastica, perche’ nel primo caso, si tratta di una correzione solo ESTETICA, per un aspetto poco gradevole del naso, mentre nel secondo caso, la correzione estetica si associa ad una correzione FUNZIONALE, ossia volta a ripristinare la funzione di respirazione, come puo’ accadere nel caso di una deviazione del setto.

La regola assoluta da seguire in questo tipo di intervento e’ quella di modificare il meno possibile il naso di partenza, limitandosi a correggere i difetti piu’ pronunciati, come una gobba, una eccessiva lunghezza od una punta troppo larga (tutte correzioni anche eseguibili contemporaneamente, anche se non tutti i nasi hanno gli stessi difetti).

Il naso e’ una struttura estetica e funzionale estremamente importante per il volto, quindi una eccessiva modifica estetica volta a soddisfare i desideri del/la paziente potrebbero portare ad un naso perfetto in se, ma assolutamente disarmonico per il viso oppure addirittura provocare una riduzione della funzione respiratoria (come nei casi in cui si richiede un estremo restringimento della punta).

Il suggerimento quindi e’ quello di farsi guidare dal chirurgo durante la consulenza, cercando di individuare quale siano davvero le caratteristiche da correggere.

L’intervento puo’ essere eseguito in anestesia locale, in sedazione oppure in anestesia generale, in funzione delle richieste del paziente e delle sue condizioni di salute.

Ha una durata compresa fra 45 minuti ed 1 ora e mezza nei casi di rinoplastica primaria, mentre puo’ durare oltre tre ore nei casi di rinoplastiche piu’ complesse come le secondarie (pazienti gia’ operati che richiedano una correzione rispetto al primo intervento) o nei nasi post-traumatici (come quelli causati dalla boxe).

Dopo l’intervento si applica generalmente uno splint in resina sul dorso del naso (in passato si trattava di un vero e proprio gessetto) e dei piccoli tamponi per ridurre il sanguinamento.

Domande frequenti

DOPO QUANTO TEMPO IL NASO SARA’ PRESENTABILE?

Il naso sara’ presentabile gia’  dopo circa 1 settimana. Molto spesso pero’, a causa dell’intervento il risultato definitivo non e’ completamente apprezzabile prima di alcuni mesi. Per questa ragione il chirurgo spieghera’ come effettuare dei massaggi che accelereranno la riduzione del gonfiore e l’ammorbidimento della punta, che rimane tipicamente dura ed insensibile per mesi.

E’ POSSIBILE CICATRIZZARE MALE?

Il 90% delle rinoplastiche viene effettuato attraverso un accesso intranasale, quindi nessuna cicatrice restera’ visibile anche se dovesse essere una cicatrice patologica. In caso di accesso dall’esterno, per le rinoplastiche secondarie o quelle post traumatiche, talora e’ possibile cicatrizzare male. La cicatrice potra’ essere trattata con laser e terapia medica fino a divenire poco visibile.

QUANDO POTRO’ PRENDERE IL SOLE?

E’ sconsigliata l’esposizione diretta al sole per i tre mesi successivi alla rinoplastica. Verranno quindi consigliate creme specifiche protettive e in caso di mesi estivi, anche un cappellino con visiera.

QUANDO POTRO’ APPOGGIARE NUOVAMENTE GLI OCCHIALI SUL NASO?

Dopo circa 1 mese dall’intervento in modo stabile, ma gia’ dopo 2 settimane, con la dovuta cautela, sara’ possibile utilizzare occhiali da sole o da vista.

Vedi anche:

Devi effettuare il login per inviare commenti